Skip to content

239 nuovi posti di lavoro nel 2021, ecco il Bilancio di Società Dolce

Dopo due anni di pandemia, l’assemblea per l’approvazione del bilancio di Società Dolce, cooperativa sociale sostenuta da Coopfond, torna in presenza per una realtà che si pone tra le dieci maggiori realtà del settore a livello nazionale, con un valore della produzione di oltre 105 milioni di euro, il +14% rispetto al 2020. Il valore aggiunto netto prodotto nell’esercizio 2021 è aumentato del 19% rispetto all’esercizio 2020, ritornando in linea con l’esercizio 2019, prima della pandemia da Covid-19

 

I dati presentati mostrano una realtà solida, che dal Covid-19 ha preso la spinta verso l’innovazione e territori inesplorati, risultati vincenti. Come le azioni di socio finanziatore sottoscritte da Coopfond e General Fond (il Fondo mutualistico di AGCI), per 400mila euro, i 4,4 milioni di euro di obbligazioni quotate sul Segmento ExtraMOT PRO3 del Mercato ExtraMOT di Borsa Italiana o, ancora, le campagne di crowdfunding di WEY Dolce, per l’efficientamento energetico di alcune strutture sociosanitarie e la sede centrale della cooperativa, che hanno raccolto oltre 1,2 milioni di euro, utilizzati per rendere gli edifici gas free e garantire il massimo benessere ad ospiti e operatori.

 

La cooperativa nel 2021 ha assunto con contratto a tempo indeterminato 239 nuovi lavoratori, che si aggiungono ai 246 del 2020 e ne ha stabilizzati altri 74, 42 dei quali under 36, per il buon funzionamento dei suoi 232 servizi per minori, infanzia, anziani, disabilità e salute mentale, fragilità e sanitari, in Emilia-Romagna, Lombardia, Veneto e Lazio. Al 31 dicembre 2021, Società Dolce conta 3.738 lavoratori, l’86,5% donne. L’inclusività, in termini di accesso al lavoro senza discriminazioni sulla base della nazionalità, è evidenziata dalla percentuale di dipendenti di origine straniera, il 14,5% del totale e sono nell’87% dei casi donne.

 

Un’azienda sana, ma anche corretta: l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha infatti rinnovato a Società Dolce il Rating di Legalità, con il punteggio massimo di tre stellette, per il rispetto della legge e l’allineamento ai più elevati standard etici, sociali e di governance. E nel bilancio sociale del 2021, Società Dolce riporta un nuovo dato: il Gender Pay Gap, il divario retributivo di genere, la differenza tra il salario annuale medio percepito dalle donne e quello percepito dagli uomini, a parità di competenze e mansioni, che oggi si assesta a +5 (media italiana: +6, europea +14):“Uno degli obbiettivi del 2022 è far sì che il vantaggio retributivo a favore degli uomini si abbatta e raggiunga lo zero”, ha detto Pietro Segata, presidente e direttore generale di Società Dolce.

Ti è piaciuto l'articolo?

Share on facebook
Condividilo su Facebook
Share on twitter
Condividilo su Twitter
Share on linkedin
Condividilo su Linkedin
Share on email
Condividilo via email