Skip to content

Cooding, a Bologna gli ‘stati generali’ del mutualismo digitale europeo

I rappresentanti della cooperazione digitale europea si sono dati appuntamento il 29 e 30 settembre 2023 a Bologna allo Spazio DumBo per l’evento intitolato COODING – COOperative Digital Improvement and Networking Growth in cui sono intervenuto, in presenza e online, cooperatori, ricercatori e studiosi da tutto il mondo. L’evento, sostenuto anche da Coopfond, è stato promosso da CECOP (confederazione europea delle cooperative di lavoro e di servizi), Fondazione PICO (digital innovation hub di Legacoop Nazionale), Fondazione Centro Studi Doc ETS (centro di ricerca per l’innovazione nella cooperazione) e Alma Vicoo (centro universitario per la cooperazione).

 

“Vogliamo portare il modello cooperativo – ha spiegato intervenendo a Cooding il presidente di Legacoop e Coopfond Simone Gamberini – e i suoi principi fondanti all’interno dell’economia digitale e pensiamo che Dumbo possa avere un ruolo strategico per lo sviluppo di nuovi progetti di cooperazione e mutualismo digitale. Pensiamo che oggi ci siano le possibilità per realizzare insieme all’amministrazione della città nuove alleanze e interlocuzioni per formulare un modello di cooperazione digitale capace di rispondere ai bisogni di persone, comunità e territorio, con progetti che partono da Bologna e possono essere replicati a livello nazionale ed europeo”.

 

“La  Fondazione PICO ha contribuito a organizzare e promuovere Cooding con una duplice finalità – ha spiegato il presidente Piero Ingrosso – la prima è quella di alimentare l’ecosistema dell’innovazione cooperativa puntando su un mutualismo digitale capace di rispondere ai bisogni delle persone e tutelare i diritti di lavoratori, soci e utenti.  La seconda riguarda la promozione di una distintività cooperativa nel digitale che si misura dalla capacità di usare, e governare, tecnologie abilitanti per uno sviluppo sostenibile, etico e inclusivo. La nostra idea è di proteggere utenti e dati. Vogliamo essere parte della digital society senza lasciare nessuno indietro, contribuendo a nuove modalità dove i principi cooperativi siano centrali per l’innovazione”.

 

“Il nostro movimento – ha spiegato in un videomessaggio Ariel Guarco, presidente International Cooperative Alliance – comprende aziende con una comprovata esperienza nella creazione, gestione e distribuzione di diverse tecnologie all’avanguardia. Soprattutto, abbiamo la capacità di mettere queste tecnologie al servizio di processi economici democratici, inclusivi ed equi. Le cooperative che possono sviluppare tecnologie devono collaborare con quelle che devono adottarle. In questo senso, per l’Alleanza Cooperativa Internazionale, COODING è una magnifica esperienza, e sono sicuro che questo sarà l’inizio di progressi significativi per il movimento cooperativo”.

 

 

Ti è piaciuto l'articolo?

Share on facebook
Condividilo su Facebook
Share on twitter
Condividilo su Twitter
Share on linkedin
Condividilo su Linkedin
Share on email
Condividilo via email