Skip to content

Horowitz, testo integrale: “Le cooperative italiane, un riferimento per tutti nel mondo”

“Dobbiamo pensare a come possiamo fare per costruire un nuovo sistema economico basato sulla pratica mutualistica: cooperative, associazioni sindacali, comunità religiose e reti di mutuo aiuto che eroghino attivamente servizi, prodotti e assistenza in maniera autonoma e distinta sia dalle “normali” imprese che dal governo. Cosa ancora più importante, ho capito che per aprirci al futuro abbiamo bisogno di creare ponti tra la nuova generazione di cooperativisti, sindacalisti e mutualisti, da un lato, e le meravigliose tradizioni e istituzioni già costruite per rispondere alle sfide dell’era industriale, dall’altro”.

 

Così Sara Horowitz, intervenendo con la sua lectio all’evento per i 30 anni di Coopfond, ha disegnato un obiettivo per il futuro. Un percorso in cui il nostro Paese può e deve giocare un ruolo essenziale: “Le cooperative italiane – ha spiegato – sono un riferimento per l’egemonia culturale delle cooperative e possono diffonderne gli insegnamenti ovunque nel mondo. Credo che, da questa posizione di privilegio e leadership, il movimento cooperativo italiano possa fungere da guida per l’esplorazione aperta di nuovi modelli. Dobbiamo raccogliere tutte le conoscenze e le infrastrutture che abbiamo costruito negli ultimi 75 anni e iniziare a creare quella che chiamerei una “rampa di lancio” per gli attivisti della prossima generazione, in grado di riconnetterli al movimento cooperativo dei decenni passati!”.

 

Testo Horowitz

Ti è piaciuto l'articolo?

Share on facebook
Condividilo su Facebook
Share on twitter
Condividilo su Twitter
Share on linkedin
Condividilo su Linkedin
Share on email
Condividilo via email